Consigli per passare all'ecobio


Iniziamo questa settimana con un post differente rispetto agli altri, oggi non si parla di prodotti o di routine ma di un argomento ben più generale su cui si basa Bio Cosmesi di TrucchiSvelati: il passaggio all'ecobio.
In questo post mi piacerebbe darvi alcuni consigli basati sulla mia esperienza personale.


Per quanto mi riguarda ho deciso di cambiare prodotti circa tre anni fa: ho iniziato ad avvicinarmi all'ecobio per la pura curiosità di provare, mi sono trovata bene e non ho più cambiato.
Il mio passaggio all'ecobio è partito da una insoddisfazione dei prodotti che stavo utilizzando ed è iniziato come un timido interesse ai brand che hanno un occhio di riguardo per gli estratti vegetali e che sono facilmente reperibili nella grande distribuzione (Lush, Antica Erboristeria), ma non sapevo nemmeno che cosa volesse dire "INCI".
Tutto si è fatto più chiaro quando mi è stata diagnosticata un'allergia da contatto a Nickel e Kathon causata da una mia predisposizione e dall'utilizzo di sostanze sensibilizzanti.
Acquistare cosmetici e prodotti per l'igiene personale al supermercato e in profumeria si era fatto sempre più difficile: per quanto riguarda creme viso, contorno occhi e mascara andavo spesso in farmacia per acquistare Avène, Vichy, Lierac, Clinique e Bionike; per i capelli ho provato gli shampoo di Lush e di Collistar.
Con il passare del tempo non vedevo alcun risultato: la pelle era sempre più spenta ed impura e i capelli sempre più crespi e fragili.
La mia allergia al Kathon è più grave rispetto a quella al Nickel, per questo mi sono sentita di poter spaziare, ovviamente prestando attenzione, oltre la Bionike che è la marca d'eccellenza consigliata per questo genere di problema.
Ho iniziato a guardare video su youtube e a leggere post sui blog che parlavano della cosmesi alternativa ecobio, mi sono documentata degli effetti reali delle sostanze sulla cute e, stufa di aver provato tanti prodotti e di aver speso soldi a vuoto, ho fatto il mio primo ordine da Fitocose.
Ciò di cui si sente parlare spesso in merito al passaggio alla cosmesi alternativa è il trauma da ecobio ovvero quella condizione in cui pelle e capelli devono abituarsi all'utilizzo di nuovi prodotti e possono verificarsi brufoletti, sfoghi, eccessi di sebo, secchezza e forfora.
Per quanto mi riguarda in viso non ho avuto nessuna reazione, anzi è stato un graduale miglioramento, sui capelli ho avuto invece problemi di iperproduzione di sebo per circa un mese ma poi tutto è sparito.
I miei capelli sono totalmente cambiati, morbidi, puliti e il tempo tra un taglio e l'altro per togliere le doppie punte è esattamente raddoppiato.
Tutto ciò comunque è assolutamente soggettivo!


IL PASSAGGIO ALL'ECOBIO SUI CAPELLI

Con il senno di poi guardandomi indietro con gli occhi di ora penso che la troppa curiosità di cambiare mi abbia fatto saltare parecchi step nel mio passaggio all'ecobio sui capelli: a mio avviso, tutto andrebbe fatto in modo molto graduale per permettere al cuoio capelluto di abituarsi meglio e per consolidare la decisione.
Ecco quali sono le fasi ideali che consiglio:

  1. Terminare i prodotti tradizionali o regalarli: non si butta via niente!
  2. Eliminare i siliconi: recentemente molte marche della grande distribuzione hanno cambiato le formulazioni eliminando i siliconi. Può essere utile provare questi prodotti e aspettate che i capelli si abituino, questo assicurerà una migliore reazione nelle fasi successive del passaggio e un risparmio qualora vi accorgiate che questo genere di prodotti non incontra il vostro gusto
  3. Diluire i tensioattivi (SLES e SLS) contenuti negli shampoo tradizionali in una bottiglietta vuota (da circa 75 - 100 ml) 
  4. Eliminare i tensioattivi petrolchimici: ormai non è più necessario ordinare online per provare prodotti con tensioattivi vegetali, è sufficiente andare alla Coop, IperSoap, Tigotà, Upim per trovare diverse marche certificate BIO
  5. Diluire lo shampoo ecobio: quando i capelli si saranno abituati ai tensioattivi vegetali potrete usare anche gli shampoo ecobio diluiti

Dopo che i capelli hanno passato queste cinque fasi potete iniziare a fare impacchi pre-shampoo.
A partire dal punto 2 in poi si deve avere la cura di eliminare determinate sostanze da tutti i prodotti della vostra haircare routine per non vanificare il percorso che si sta facendo.


IL PASSAGGIO ALL'ECOBIO SULLA PELLE

Per quanto riguarda il viso e il corpo, secondo me, si può provare a passare direttamente ai prodotti verdi eliminando siliconi e paraffina.
Dopo che la pelle del viso si è normalizzata, si può passare allo struccaggio con le 3 biofasi (olio + saponetta o latte detergente + tonico o idrolato).


Il mio consiglio è quello di provare per dare una chance a questo tipo di cosmesi alternativa e se ciò si dovesse rivelare un fallimento o comunque un peso, si può ritornare alla cosmesi tradizionale: la cura del corpo e del viso deve essere prima di tutto un momento di relax che ci fa sentire bene con noi stesse.


Chicuta

0 commenti:

Posta un commento

 

Archivio

Powered by Java

Trucchi Svelati su Instagram!

Analytics

...su Trucchisvelati...