La famiglia Linalool, Geraniol e Limonene


Ciao ragazze/i,
in questa giornata uggiosa parliamo di allergeni del profumo: Linalool, Geraniol e Limonene.
Se provate a guardare le etichette dei prodotti, profumi e detersivi (ecobio e non) probabilmente troverete queste sostanze in fondo all'INCI.

Geraniol


Limonene


Linalool


Ma che cosa sono in realtà?

Questo argomento incuriosisce anche me perchè qualche mese fa ho scoperto che nella mia Università stanno conducendo degli esperimenti su linee cellulari coltivate in laboratorio per determinare il grado di tossicità di queste sostanze.
Gli allergeni del profumo sono dei terpeni che si trovano naturalmente all'interno degli oli essenziali di alcune piante.

Linalool: è un alcol terpenico che, in natura, ha la funzione di attirare o allontanare gli insetti.
I maggiori usi del Linalool sono nell'industria cosmetica (detergenti, saponi, profumi), nella produzione di vitamina E (tocoferolo) e come antiparassita.
Nell'Università di Tokyo studi su ratti in condizioni di stress hanno confermato che questa sostanza riporta a livelli normali il danno arrecato facendo diminuire il livello di neutrofili e linfociti nel sangue e andando a regolare l'espressione di quei geni che, sotto stress, sono overespressi.
Il Linalool si trova maggiormente nell'olio essenziale di lavanda, bergamotto, alloro, geranio, foglie di arancio e gelsomino

Geraniol: è un alcol monoterpenico ramificato che si trova maggiormente negli oli essenziali di ylang-ylang, geranio, arancia, citronella e lavanda.
E' molto usato in profumeria in quanto conferisce un piacevole odore di rosa al prodotto, ma è un attraente per alcune specie di api.

Limonene: è un monoterpene ciclico presente negli oli essenziali delle foglie di limone e arancio ai quali conferisce il caratteristico odore, è utilizzato maggiormente in profumeria e nell'industria dei detersivi.


Ma qual'è il problema se queste sostanze sono naturalmente presenti negli oli essenziali?

Se andiamo a vedere sul Biodizionario queste sostanze sono denominate allergeni del profumo e segnate con un pallino giallo.
La classificazione delle sostanze è in base al loro potere allergizzante, quindi, visto che un pallino giallo è accettabile e che la loro posizione abituale nell'INCI è agli ultimi posti, capiamo che sono rare le reazioni allergiche dovute a queste sostanze.
Il problema sta nella metodologia di estrazione del Linalool, Geraniol e Limonene: normalmente, visto che sono sostanze naturalmente presenti negli oli essenziali, la procedura è una semplice distillazione dell'olio essenziale stesso.
Di recente, soprattutto il Limonene e il Geraniol, sono stati impiegati, in alcuni paesi, a livello industriale dove la produzione deve essere massiccia e arance, limoni e piante non possono bastare a coprire una così grande domanda di mercato!
Siccome queste sostanze sono sintetizzabili anche con metodi di sintesi a partire da materiale inorganico sono stati usati rispettivamente per ottenere il Limonene e il Geraniol, granuli di copertoni usati e petrolio.

Questa verità venne a galla in un modo abbastanza pittoresco: quando comparve la zanzara tigre nel nostro continente, gli studiosi cercarono di capire quale fosse stato il vettore responsabile del trasporto dell'animale dall'Asia all'Europa ed individuarono subito la causa nelle piccole raccolte di acqua piovana presenti all'interno di vecchi copertoni di auto, imbarcati sui mercantili per l'Europa. Eh beh...ovviamente ci si chiese cosa se ne facesse l'Europa di tutti quei copertoni vecchi, usati e provenienti dal terzo mondo e una delle risposte fu proprio...il limonene.
Fortunatamente in Italia non è stata effettuata una tal procedura, ed è per questo che è importante controllare la provenienza del prodotto e soprattutto che nell'INCI il Linalool, Geraniol e Limonene abbiamo un asterisco che indichi la dicitura "presente naturalmente negli oli essenziali".
Ciò fa pensare che siano le materie prime di estrazione di queste sostanze la motivazione ai test tossicologici che i gruppi di ricerca stanno conducendo!
Ciò non toglie che soggetti particolarmente sensibili mostrino reazioni dermatologiche dovute a queste sostanze estratte veramente dagli oli essenziali: ricordiamoci che i prodotti ecobio sono più concentrati di quelli normali e i principi attivi sono i maggiori costituenti della formulazione del prodotto.

Vi lascio questo articolo da leggere molto interessante click!


Alla prossima

Chicuta

0 commenti:

Posta un commento

 

Powered by Java

Trucchi Svelati su Instagram!

Analytics

...su Trucchisvelati...